La pandemia ha costretto il Lions Club Umbertide a modificare in corso d’opera le numerose attività di servizio previste nell’anno sociale in corso. Ma il Club, sottolinea il suo presidente Michele Farabbi, ha serrato i ranghi e facendo tesoro delle risorse organizzative che da sempre lo contraddistinguono, ha voluto ancora una volta essere presente al fianco della comunità umbertidese.
Oggi, infatti, il Lions Club Umbertide ha donato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Umbertide un termo scanner, attrezzatura di fondamentale importanza per l’accesso alla struttura e per il monitoraggio del contagio nonché un considerevole quantitativo di DIP, nella fattispecie mascherine chirurgiche e di tipo FFP2.
La consegna, con il rigoroso rispetto del “distanziamento sociale”, è avvenuta alla presenza della delegazione del Club, capeggiata dal presidente Farabbi e composta dai soci Mauro Tarragoni Alunni, Anna Pola Giacché, Giancarlo Mauri, Amato Caporali, Alessio Bacchi e Dino Valigi, che hanno affidato il materiale al primario Dott. Mario Gildoni e dei caposala Romeo Gaggioli e Gilberto Baracchini.
Il Dott. Gildoni ha espresso vivo ringraziamento per l’iniziativa, mentre Farabbi ha preannunciato altre iniziative di sostegno al bisogno in questo particolare momento. Perché come lo stesso Farabbi ha sottolineato: dove c’è bisogno, lì c’è un Lions.