Carissimi amici,

ecco le festività e le ricorrenze  più dolci dell’anno, quelle in cui ci stringiamo intorno alle persone che amiamo, che ci risvegliano bellissimi ricordi. Non posso in questa circostanza non pensare a voi, soci, presidenti, officer di club e di Distretto, PDG. Abbiamo già vissuto insieme sei intensissimi mesi, mesi che sono volati via, trascorsi con la velocità di un battito di ciglia. Un altro battito e l’anno sarà trascorso. Termineranno gli incarichi e continueremo  a lavorare con passione nel  club, nella  zona, circoscrizione e distretto nell’unico ruolo permanente e imprescindibile: quello di socio, ruolo talmente importante senza il quale  l’Associazione non esisterebbe, anche se ben sappiamo che non è il singolo ma il Club  che si associa.  Perché innanzi tutto è la passione che ci deve caratterizzare: essa è la sorgente di tutti i nostri service, delle nostre attività.

Quelli appena trascorsi sono stati mesi intensi, che hanno visto la diffusione di nuove linee programmatiche che avevo il compito di trasmettere: spero di averlo fatto con chiarezza! Sapete tutti che il mio primo obiettivo era consolidare un distretto nella concordia, nell’armonia e, perché no, nell’amicizia. Dove questo non succede, significa che ancora più alacremente dovremo lavorare e costruire, cercare di superare le difficoltà! Il nostro, lo ripeto sempre, è un distretto in salute, operativo. Mi sono meravigliata, per esempio, del grande entusiasmo suscitato dalle nuove aree, quella del diabete e quella che verrà ufficialmente lanciata a Las Vegas dell’oncologia pediatrica. Su questa area stiamo lavorando alla grande già da quest’anno, con un interesse che mi ha davvero sorpreso, come siamo presumibilmente il distretto capofila in Italia per quanto riguarda il Poster per la Pace, con 13.740 lavori !

Altri mesi ancora più intensi di questi appena trascorsi ci aspettano, mesi in cui dovremo concretizzare quello che ancora è a livello progettuale. Abbiamo ancora tanto da fare, tanti obiettivi da raggiungere. Abbiamo compreso il messaggio del NOI, l’ormai famoso slogan The power of we, the power of action, the power of service è stato accolto con entusiasmo e vi ringrazio. Stiamo uscendo dai nostri club per dar vita a quel cambiamento verso cui l’associazione ci spinge. Stiamo incidendo su tantissimi bisogni e la soddisfazione che questo ci arreca è la nostra ricompensa. Basti pensare a quelle decine di persone che, grazie al nostro screening, hanno scoperto di essere affette da diabete. Forse li abbiamo salvati!

Dobbiamo ancora pensare al terremoto: spero che nella seconda parte dell’anno ci sia un nuovo fiorire di iniziative in tal senso. Al proposito, una notizia positiva: al momento in cui scrivo le autorità competenti stanno esaminando le nostre convenzioni e ci auguriamo che per fine anno sia quella di Camerino che di Arquata siano firmate, in modo, finalmente, che si possa procedere. Ci auguriamo tutti che il 2018 inizi in modo positivo per quanto riguarda la realizzazione dei nostri progetti: siamo comunque sulla buona strada e mi auguro, nella mia prossima comunicazione, di potervi riferire notizie ancora più concrete. Nel frattempo dobbiamo continuare la nostra raccolta, anche perché le case vanno arredate.

Vi ringrazio dei messaggi che mi avete mandato quando ho mostrato la mia grande preoccupazione per il  dei numeri dei nostri soci, assicurandomi che farete del tutto per fermare questa emorragia e per incrementare la membership. A questo proposito comunico che il team del GMT, con il quale a proposito mi sono confrontata, è a vostra totale disposizione. Invitateli, fateli entrare nei vostri club e confrontatevi con loro. Ricordo anche che un incontro di formazione è da statuto obbligatorio in ogni anno sociale. Anche qui, il comitato GLT è a disposizione. Conto su tutti voi per un bilancio positivo anche in questo campo, come  in quello delle donazioni alla LCIF, motore della nostra azione globale!

Per ora, carissimi amici, vi saluto nel modo più affettuoso: che il Natale sia davvero la festa del dono e della vita, la conferma della capacità dello slancio verso l’altro di cui ognuno di noi deve essere capace! E che il nuovo anno ci trovi pronti ad affrontare le difficoltà che potremmo incontrare e che ci veda ancor più propositivi e attivi: insieme, continuiamo a rafforzare e a rendere ancora più grande la nostra associazione!

Auguri a voi e a tutti i vostri cari,

Carla Cifola

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva