Qual è il senso di una giornata dedicata all’Amicizia?

Solo chi non è un Lion può porsi questa domanda. Dal momento che per noi che abbiamo scelto di aderire a questa Associazione l’Amicizia, quella con la “A” maiuscola appunto, è una delle ragioni fondamentali e distintive che motivano e alimentano la nostra appartenenza. Non di un semplice, per quanto lodevole, sentimento di simpatia (reciproco) verso coloro che la vita ci offre di incontrare e frequentare nelle nostre esperienze naturali di relazione con gli altri e, per questo, sempre in qualche misura generate da interessi comuni, come quella del vicinato, della scuola, del lavoro… Ma una scelta volontaria di condividere con altre persone una visione della vita ed una missione di solidarietà, persone di cui ci si può permettere il “lusso” di ignorare l’estrazione sociale, di non tenere conto della provenienza culturale, di non dover valutare l’esperienza professionale.

Nei Lions l’amicizia è “nuda”: priva di vincoli, senza condizionamenti, inappetibile. Noi Lions diventiamoci amici in senso umanitario, ossia persone che mettono insieme la propria voglia di contribuire a rendere il mondo un posto migliore e lo fanno con gioia e persino con allegria grazie alla straordinaria forza che ti dona la consapevolezza di aver incontrato altri sul tuo cammino che non hanno nulla da chiederti in cambio se non il piacere di fare quel pezzo di strada insieme a te.

Per questo i Lions quando si incontrano si abbracciano col sorriso, godono della genuina felicità della compagnia. Perché non hanno nulla da chiedersi l’un l’altro. Nulla da ottenere grazie all’altro. Se non quello di spogliarsi assieme del nostro egoismo e condividere l’esperienza felice della solidarietà. Un’esperienza così rara, in una società che ci abitua fin da bambini a sviluppare le nostre relazione nel tempo sugli interessi in comune ed un regalo così inestimabile, in un mondo in cui di norma non ti aspetti nulla da chi non ha un vantaggio nel donarti la sua stima, che abbiamo deciso di festeggiare l’Amicizia ogni anno, in un giorno di primavera. Per ricordare a noi stessi, che fare del bene agli altri è il modo migliore per fare del bene a sé stessi.

Per questo incontriamoci ed abbracciamoci ancora una volta, magari fotografando la nostra allegria e taggandola #amicizialions108a2018 per condividerla online. Ad Urbino, sotto i torricini del Palazzo Ducale che dona, con la sua inconfondibile eleganza, memoria eterna alla grandezza di Federico da Montefeltro. Sarà un modo ancor più bello per ringraziare il Lions di averci fatto conoscere.

Il programma, ricco e denso della giornata, è disponibile qui. Mentre la scheda per prenotare la vostra presenza (entro il 31 marzo p.v.) e consentire agli amici del Club di Urbino, grazie ai quali sarà possibile la celebrazione della giornata, la necessaria organizzazione logistica e del ristoro è scaricabile qui. Vi aspettiamo!

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Privacy Policy Cookie Policy