Nell’ambito dell’iniziativa ‘We Serve’ il Lions Club Faenza Host, in accordo con l’assessore al welfare, Davide Agresti, ha messo a disposizione dieci tablet che verranno consegnati ad altrettante famiglie con fragilità economiche che non possono sostenere l’acquisto di materiale digitale. il presidente del Lions Club di Faenza, Luca Ponti, in accordo con il consiglio direttivo dell’associazione filantropica, ha pensato di aggiungere anche un’altra azione. Contattato un ristoratore faentino, con l’apporto economico del Lions, preparerà per il fine settimana i pasti per le persone seguite dall’associazione Piccola Betlemme. «L’impegno del Lions Club Faenza Host – ha detto il presidente Luca Ponti- proseguirà nei prossimi mesi con iniziative analoghe, sempre a sostegno delle famiglie faentine più fragili e delle strutture sanitarie del nostro comprensorio» «Fra le nuove disuguaglianze -spiega invece l’assessore Davide Agrest – abbiamo imparato a conoscere, nostro malgrado, il ‘digital divide’, il divario digitale, cioè la distanza fra chi ha effettivo accesso alla tecnologia e chi invece ne è escluso, con tutte le conseguenze del caso, prime tra tutti famiglié con i figli che devono seguire la didattica a distanza».

Privacy Policy Cookie Policy