Si chiama Hackathon, un termine un po’ indigesto per indicare un service nuovo e appassionante dei Lions del Distretto 108A dedicato interamente al mondo dei giovani ed al loro inserimento professionale. Si tratta di una “maratona” di 48 ore in cui gli studenti dell’Università Politecnica delle Marche si sfidano in team composti mediamente da 5 membri per sottoporre ad una giuria mista, composta da docenti universitari, esperti d’impresa e Lions, un progetto “funzionante” di un’applicazione informatica innovativa, da loro ideata e sviluppata, potenzialmente capace di essere lanciata sul mercato.

In premio, oltre ad un’assegno di ben 1.000 euro messo in palio dalla nostra Scuola Superiore dei Lions “Maurizio Panti” di Cattolica e Misano, anche ulteriori premi finanziari e opportunità di stage offerti da alcune grandi brand marchigiani del settore informatico che hanno aderito alla proposta dei Lions e dell’Università anconetana: da Team System a Loccioni, da Vendini a Facile.it

Giunto ormai alla quarta edizione il Premio “Maurizio Panti” è uno dei service più innovativi ed interessanti della Scuola, promossa dalla nostra Fondazione e guidata con passione tenacia da Roberto Guerra e Franco Bompani e da un comitato di gestione di cui fanno parte soci di tutto il Distretto. Quest’anno il premio è andato ad un team di 9 studenti che hanno ideato una piattaforma di co-creazione e gestione di servizi e strumenti a favore della crescente community della stampa 3D che sta rivoluzionando il modo di progettare e produrre beni innovando l’intero sistema manifatturiero. E che è valso loro il consenso unanime dei vantatori durante la dura selezione tenutasi ad Ancona venerdi 1 dicembre alla presenza della vedova di Maurizio Panti, del Rettore Sauro Longhi e del Presidente e di molti soci del Club Ancona Colle Guasco che sostengono questa iniziativa con una dedizione particolare.

Investire sui giovani, aiutarli con la nostra solidarietà mettendo a loro disposizione competenze, percorsi formativi avanzati a costi sostenibili grazie al contributo spontaneo e gratuito dei nostri soci e di molti docenti sensibili alla causa lionistica, opportunità di stage e facilitazioni all’incontro con il mercato del lavoro (come l’Hackathon appunto) e, grazie a loro, migliorare la competitività dell’economia e della qualità della vita delle nostre comunità è l’impegno solidale che ha assunto ed ormai da diversi anni conduce con successo la Scuola “Maurizio Panti”

E nel sorriso frutto di un successo meritato con impegno e competenza e non con vanità e scorciatoie di questi 9 ragazzi è condensata tutta la ragiono d’essere del nostro impegno.

SalvaSalva

Privacy Policy Cookie Policy