La meravigliosa adesione al concorso “Un Poster per la Pace” da parte degli Istituti
-Comprensivo “Carlo Urbani” di Maiolati Spontini
-Comprensivo “Beniamino Gigli” di Pianello di Monteroberto
hanno motivato la nostra decisione di riconoscere l’impegno con una cerimonia di premiazione degli elaborati scelti che è anche servita alla presentazione al pubblico della nostra identità, dell’attività generale del Club e della storia del concorso “Poster per la Pace”.
E’ seguita l’inaugurazione di una mostra (prevista per 20 giorni) comprensiva di tutti i disegni prodotti dagli alunni
La Biblioteca della Fornace (Maiolati Spontini)

Sede della cerimonia di presentazione del Concorso e di premiazione degli elaborati giudicati più significativi
dei due Istituti
La galleria di esposizione

Dove sono stati esposti gli elaborati prodotti da tutti gli alunni dei due Istituti Comprensivi “Carlo Urbani” e “Beniamino Gigli”
Complessivamente hanno partecipato al Concorso 110 alunni.
Motivazioni dell’evento
Abbiamo ritenuto di impegnarci a realizzare un evento pubblico di presentazione del Concorso, di premiazione degli elaborati ritenuti più significativi sia dal punto di vista grafico che dei contenuti per motivazioni differenti:
1) l’importanza per il nostro Club della tematica della pace che non deve essere solo affermazione passiva di “assenza di guerra”, magari garantita da equilibri di forze contrapposte, ma rappresentare un elemento attivo di valorizzazione della idea di appartenenza alla comunità mondiale, alla idea di solidarietà alla idea di convivenza insieme, che sono i presupposti per il raggiungimento di una condizione di Pace che sia anche la garanzia di sviluppo civile e democratico;
2) incrementare il rapporto già solido con le Istituzioni Scolastiche, che vanno gratificate quando l’impegno non rappresenta solo una generica condivisione di idee e progetti, ma quando si realizza per la presenza attiva, condivisa e consapevole sia degli insegnanti che degli alunni e (speriamo) delle famiglie; ricordiamo che il rapporto del Club con i diversi Istituti Comprensivi si esplica anche sui temi di:
– progetto Martina oltre al coordinatore distrettuale su questo tema, sono tre soci medici che garantiscono una presenza efficace in diversi Istituti;
– progetto di formazione finanziaria, garantito da alcuni soci esperti in materia;
– disponibilità esposta ai responsabili dei vari Istituti Scolastici ad una presenza su altri argomenti di interesse comune come “dislessia e disturbo di apprendimento”, “disordini alimentari”, “bullismo”; saremo in grado di rispondere efficacemente con le professionalità interne al Club ed eventualmente con contatti esterni qualificati su questi argomenti;
3) rendere visibile una attività di impegno del Club nel territorio, per aumentare la autorevolezza del Club e dei soci verso la comunità, che sarà quindi più disponibile a conoscere e condividere eventuali altri progetti ed iniziative;
4) la scelta della sede (esterna alla città di sede del Club) rafforza l’idea di unità di intenti tra la comunità jesina e il territorio dei “Castelli Jesini” in una unione che aumenta la forza delle manifestazioni e dei progetti; a questo proposito ripeteremo in un altro Comune fuori Jesi(San Marcello) la seconda identica iniziativa di premiazione degli alunni degli altri due Istituti Comprensivi

Privacy Policy Cookie Policy