Ai migliori diplomati vastesi il XVII Premio ‘Mimì Di Egidio’
Nel ricordo dell’imprenditore riconoscimenti per quattro giovani studenti
L’aula magna ‘M. Natale’ dell’ITSET ‘F. Palizzi’ di Vasto ha ospitato l’ormai tradizionale appuntamento con la consegna del Premio Mimì Di Egidio, giunto alla sua XVII edizione. Istituito alla memoria dell’imprenditore antesignano e pioniere nel campo dell’automazione contabile e dell’informatizzazione, il riconoscimento viene attribuito ai migliori studenti diplomati delle scuole superiori vastesi.
Il Premio è promosso dalla moglie del compianto Di Egidio, prof.ssaItalia Stramenga, e dai suoi famigliari con la collaborazione dei Lions Clubs Vasto Adriatica Vittoria Colonna, di cui è socia la signora Italia, e Vasto Host, di cui era socio l’indimenticato Mimì.Lions che da sempre sono al fianco dei giovani con vari services che ne accompagnano lo sviluppo, l’educazione del senso civico, il riconoscimento al merito in un Paese in cui esso poche volte viene tenuto nella dovuta considerazione.
Dopo i saluti del sindaco della Città del Vasto, Francesco Menna, e della dirigente scolastica dell’ITSET ‘Palizzi’ Nicoletta Del Re,i presidenti dei due Lions Clubs, Francesco Nardizzi (Vasto Adriatica Vittoria Colonna) e Gabriele D’Ugo (Vasto Host), hanno raccontato episodi personali del loro rapporto con Di Egidio prima di soffermarsi sull’importanza del merito scolastico. Ad Elio Bitritto, invece, il compito di ricordare la figura di Mimì Di Egidio.
L’evento è stato arricchito da un’interessante esposizione intitolata ‘La scienza dell’informazione alla base del nuovo umanesimo’, un apprezzatissimo intervento tenuto dal Dott.Massimiliano Gabriele.
Quindi, spazio alle premiazioni dei migliori studenti di ogni istituto superiore nell’anno scolastico 2017-2018, che hanno ricevuto una targa ed un assegno premio. Questi premiati:Antonio La Viola (IIS ‘Pantini-Pudente’); Nicole D’Ugo (ITSET ‘F. Palizzi’), entrambi presenti, mentre nelle mani dei loro genitori sono stai consegnati i premi aLorenza Sforzini (Liceo ‘R. Matteoli) e ad Anthony Palmieri (IIS ‘E. Mattei’), il Primus inter pares, ovvero il migliore in assoluto seppur per pochi decimi, cui è andato anche un assegno un po’ più cospicuo.

Privacy Policy Cookie Policy